Author:

About

Vicario Generale della Diocesi di Lungro

Comunicato stampa del 31 dicembre 2020

EPARCHIA DI LUNGRO DEGLI ITALO – ALBANESI DELL’ITALIA CONTINENTALE

Corso Skanderbeg, 54         87010 Lungro

 

Con riferimento alla chiusura della Cattedrale “San Nicola di Mira” in Lungro (CS), disposta dal Sindaco della medesima cittadina in data 27 dicembre 2020, a causa di un sospetto caso di infezione da covid19,

si precisa quanto segue:

in data 19 dicembre 2020, l’Amministratore della Parrocchia Cattedrale “San Nicola di Mira” in Lungro, ha celebrato nella medesima chiesa l’antica Liturgia di San Giacomo, che prevede, tra l’altro, la partecipazione anche dei fedeli al calice eucaristico; ha concelebrato con lui un altro presbitero ed hanno partecipato 5 fedeli della Parrocchia.

Tutti costoro hanno irresponsabilmente disatteso, con nostro sommo rammarico, le indicazioni emanate dalle Autorità, Statali ed Ecclesiali, relative alla prevenzione dal covid19.

Nei giorni successivi il presbitero concelebrante, dovendo affrontare un viaggio aereo con destinazione estera, si è sottoposto al test sierologico covid19 per avere il relativo necessario referto per la trasferta.

La struttura che ha effettuato il prelievo ha comunicato al soggetto in questione la sua possibile positività al covid19. Allarmato e preoccupato, il soggetto interessato si è immediatamente sottoposto ad altro tampone rapido, effettuato da una struttura privata, risultando negativo al covid19. Successivamente, in data 29 dicembre 2020, ha effettuato un ulteriore test molecolare,  presso la struttura pubblica dell’Ospedale di Castrovillari, il cui risultato è appena pervenuto, in data odierna, con referto negativo al covid19.

Gli stessi controlli sono stati effettuati dall’Amministratore della Parrocchia “San Nicola di Mira” e da quegli esigui fedeli che hanno partecipato alla Liturgia del 19 dicembre 2020 e da quanti sono stati in stretto contatto con loro. Nessuno è risultato positivo al covid19.

Tutti costoro hanno osservato il prescritto periodo di isolamento, durante il quale non hanno manifestato alcuna sintomatologia caratteristica del covid19.

Nel ribadire e disapprovare la leggerezza dei soggetti in questione, in merito all’osservanza delle disposizioni relative alla prevenzione da covid19, si loda il tempestivo provvedimento del Sindaco di Lungro nel disporre, a scopo preventivo, la chiusura della Cattedrale, resa agibile a partire dal 29 dicembre 2020 a seguito della conseguente sanificazione, eseguita a cura di Ditta specializzata, con onere a totale carico di questa Diocesi.

Tanto si comunica sulla base di dati concreti, per pacificare gli animi, dei vicini e dei lontani, che si sono allarmati e preoccupati per la gravità del fatto, per la nostra incolumità fisica e per il benessere della Comunità locale.

Nel ringraziare tutti quanti per la vicinanza dimostrata, assicuriamo le nostre preghiere a loro beneficio, con la speranza che possa passare presto questo triste e difficile momento storico e con l’augurio che il nuovo anno possa essere portatore di buone novità, innanzitutto e soprattutto, spirituali ma anche materiali, necessarie per il benessere del nostro territorio e della nostra gente.

Gloria a Dio!

Lungro 31dicembre 2020

Il Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali

Protopresbitero Pietro Lanza, Protosincello

 

protosincello@eparchialungro.it

3384092988

Castroregio - Kastërnexhi

Parrocchia Santa Maria ad Nives – Famullia Shën Mëria e Borës

Il paese di Castroregio (Cosenza) sorge su un “cocuzzolo” a 820 metri sul livello del mare Jonio.

Domenica 14 luglio 1985 è stata consacrata la nuova Chiesa parrocchiale, dedicata, come la vecchia fatiscente, a Sancta Maria ad Nives.

Nel progetto, realizzato dagli ingegneri Giulio ed Ernesto Scura, gli elementi architettonici e decorativi della Chiesa hanno rispecchiato, in tutto, le costruzioni locali ed il rito e lo stile Bizantino-Greco.

In seguito la Chiesa è stata arricchita di un’artistica ed elegante Iconostasi in legno di noce, lavorato a mano, opera di un falegname di Vaccarizzo Albanese:- Serembe Giuseppe, detto Lenino.

Nella Chiesa si possono ammirare le tele del 1800, dipinte ad olio, dell’Annunciazione, San Nicola, Santa Lucia, San Matteo, San Marco e San Giovanni Evangelista e le icone di Stefano Armakolas, Josif Droboniku, Attilio Vaccaro, Maria Galie e, negli ultimi anni, La Bibbia in icone di Manes Luigi Elia.

La facciata è decorata da un mosaico, raffigurante “la Platitera”, realizzato da Tonino Cuccaro.

Tra il fitto bosco di farnie, cerri, roveri ed elci, a quattro km. dal paese, è stato eretto nel 1953 e completamente ristrutturato negli anni 1987-88, un piccolo Santuario in onore della Protettrice del paese.

Da Castroregio si gode un panorama meraviglioso, che permette di vedere dalla Calabria le vicine Regioni della Lucania e della Puglia.

 

In Paese si trova anche la Cappella di San Rocco, restaurata negli anni 1979-80 e 2015-17 con l’Iconostasi e icone di San Rocco e Santa Lucia.

 

Parroco: Papàs Nicola Vilotta